Author Archive

Why are you so bad, bro? Fenomenologia Proxy

Facendo riferimento alla dissociazione identitaria come metafora dei processi di prossificazione richiesti e implementati dal paradigma digitale, il saggio prende in considerazione l’Avatar come un’identità ribelle, in grado di insinuarsi nel corpo del giocatore e rimanerci anche a gioco finito (si farà qui riferimento all’Effetto Proteo), invitando a considerare gli Avatar e tutti i proxy utilizzati per diffondere la propria presenza online non come vuoti strumenti di mediazione ma come veri e propri agenti non umani in rapporto sempre più attivo con gli agenti umani. ...

Read more

Strategia

Questo articolo è un estratto da La società industriale e il suo futuro (2024) di Theodore Kaczynski, edito da D editore, che ringraziamo per la concessione....

Read more

Paradigma ADHD

Malattia mentale e costruzione del sé

Attraverso un’analisi mediologica e fenomenologica dei contenuti digitali, il saggio affronta come i social media e il web stiano modificando ciò la nostra concezione di attenzione, malattia mentale e, di riflesso, dell’identità e del sé. ...

Read more

Non ripensare la tua rinuncia

Non ripensare la tua rinuncia è un racconto sperimentale che si (de)costruisce nei singulti di un prosimetro in cui la parola è rifranta in frammenti rotti, slegati, precipitanti. Uniti insieme, questi testuali singhiozzi urlati riflettono sulla non vita convulsa e invalidante di una persona che, braccata dal male di vivere, si trova ad attraversare ogni gesto di mondo senza mai uscirvi illesa. Qui la depressione si fa catalizzatore di un pensiero profondo, tanto da inabissarsi in un gesto fatale. ...

Read more

Un’ipotesi sciamanica dei disturbi psichici

Estratto dal libro Ayahuasca e cura del mondo (2023) di Piero Cipriano, edito da Politi Seganfreddo Edizioni. Ringraziamo l’autore e l’editore per la concessione....

Read more

L’ibridazione come principio anti-dualistico nella costruzione della realtà.

Uno sguardo all’ecologia politica

La costruzione di reti di cose, persone, esseri viventi e narrazioni, insieme al modo in cui esse agiscono e si trasformano, rappresenta per pensatori come Latour il vero terreno su cui ri-orientare il metodo delle scienze sociali. Secondo questa prospettiva, legittimando l’immagine della realtà come un’ontologia ibrida (ovvero come il risultato eterogeneo dell’associazione dinamica di elementi), l’anti-essenzialismo latouriano trova nello studio delle relazioni lo strumento principale del proprio metodo d’indagine, e nel relativismo un punto d’inizio. Così il concetto di ibridazione porta alla luce la questione ecologica....

Read more

Condizione indistinguibile e funzione duale del digitale

Estratto dal libro "Indistinzione. Tre movimenti dell’arte sulla guerra" di Vincenzo Estremo, edito da Politi Seganfreddo edizioni. Ringraziamo l’autore e l’editore per la concessione....

Read more

WORKSHOP / La scrittura critica e il suo doppio. Dalle basi tecniche alle possibilità sperimentali

Quattro lezioni online teorico-laboratoriali di scrittura critica. Il corso si rivolge a giovani studios* e artist* che vogliono acquisire le competenze teoriche, tecniche e processuali della scrittura critica. Attraverso quattro lezioni teorico-laboratoriali, ogni partecipante avrà modo di confrontarsi a 360° con tutti gli aspetti utili alla stesura di un testo di teorica critica, dalle forme di decostruzione del pensiero alla strutturazione del testo, dall’elaborazione di un concetto personale alle forme di scrittura più accademiche e/o sperimentali....

Read more

Articolazione per un discorso tra Amanti

Articolazione per un discorso tra amanti" è un racconto breve di Theory Fiction. Ispirandosi nei temi e nello stile a “Frammenti di un discorso amoroso” di Roland Barthes, il testo si propone di espandere la riflessione originale sostituendo il monologo con un dialogo narrativo. Amante#1 eAmante#2, i protagonisti del racconto, isolati l’uno dall’altro, sono costretti a consumare la loro relazione accettando la ritualità simulatoria del digitale. Nel racconto, la virtualità amorosa, è il luogo dove esaminare le sintomatologie tecnologiche del nostro tempo ed evidenziare il rapporto tra soggetto e medium, in cui entrambi i protagonisti ripongono la propria libido. In questa atmosfera narrativa l’articolazione discorsiva è possibile solo tramite la mediazione di oggetti diventati feticcio, azzerando lo spazio-tempo del corpo e del desiderio. ...

Read more

Alien

Dallo stupro xenomorfico alla paura della sessualità fluida: analisi cyberfemminista di un cult movie

Alien, film di Ridley Scott girato nel 1979, viene ricordato – oltre che per le innumerevoli possibilità di lettura determinate dalla sua componente archetipica – come un manifesto femminista in grado di rovesciare le tradizioni cinematografiche patriarcali all’interno del genere fantascientifico. L’obiettivo della trattazione è quello di analizzare l’opera audiovisiva proponendo un’interpretazione capace di evidenziare come gli elementi legati al suddetto movimento siano stati determinanti nel consacrarlo come cult movie. ...

Read more

MEDIAL DISORDERS / OPEN CALL FOR PAPER VOLUME

DEADLINE FEBRUARY 15

Inactual Magazine is launching its inaugural paper production, an experimental collective volume that aims to engage established writers, artists, researchers, and academics on both national and international levels. Additionally, the project welcomes submissions from emerging authors and artists through this open call....

Read more

Indistinzione come nuovo dispositivo di potere

Dialogo con Vincenzo Estremo su guerra, arte, medialità e dissenso

L’ultima fatica di Vincenzo Estremo, il saggio Indistinzione. Tre movimenti dell’arte sulla guerra, edito da Politi Seganfreddo edizioni (FlashArt), è un libro che rinnova e ribalta la visione di questo mondo, o meglio ne traccia nuove coordinate. In questo dialogo approfondiamo i temi trattati nel testo: parliamo di guerra, arte contemporanea, medialità e dissenso....

Read more

MEDIAL DISORDERS / OPEN CALL PER VOLUME CARTACEO

DEADLINE 15 FEBBRAIO

Inactual Magazine lancia la sua prima produzione cartacea con un volume collettaneo sperimentale che coinvolgerà scrittor*, artist*, ricercator* e accademic* affermati nel panorama nazionale e internazionale, insieme ad autor* e artist* emergenti che verranno selezionati da noi e attraverso questa call....

Read more

Da Wolfson a Rafman: formule di inversione della VR da macchina dell’empatia a macchina dell’angoscia

De violentia. Immaginari, ricerche e contaminazioni tra le arti #1

Nell'articolo si analizza l’opera “Real Violence” di Jordan Wolfson, proponendo una lettura critica sul tema dell'esposizione alla violenza attraverso il digitale. ...

Read more

Freed from desires, mind and senses purified

Una cibernetica queer del desiderio nel tardo capitalismo #1

In questo primo numero, Bianca Arnold analizza, attraverso l’auto-etnografia e con il supporto di dati quantitativi e teorie trans-femministe, il rapporto tra contraccezione ormonale e desiderio sessuale, riflettendo su come la contraccezione ormonale diventi una forma di medicalizzazione della sessualità per persone fertili cis-gender aventi rapporti eteronormativi, riflettendo su come tale costruzione costituisca la principale narrativa sulla sessualità e sull’amore....

Read more

Simmetrie sintetiche #4

Pelle

In questo quarto e penultimo episodio del racconto, "allə protagonistə manca il contatto con la pelle di qualcun altro, vive in uno stato catatonico dovuto all’angoscia dell’attesa. La contemplazione muta del partner artificiale in costruzione lə conduce a una riflessione sulla natura del contatto, il relativo desiderio e la sua mancanza"....

Read more

READINGS #2 / OPEN CALL

DEADLINE 4/11/2023

Incubatore di pensieri divergenti, #READINGS raccoglie testi attraverso pubblicazioni online al fine di costruire una costellazione di menti che riflettono su molteplici tematiche che riguardano l’impatto delle nuove tecnologie nella società di oggi e del futuro....

Read more

About Ayumi e i paradossi dell’intimità online

The Dystopian Enclave #5

Si può davvero parlare di relazione e affettività quando si esercita il controllo sulla propria rappresentazione online e sulla persona dall’altra parte dello schermo? L’artista Mitikafe, nella sua opera “ About Ayumi”, esplora le contraddizioni insite nel rapporto tra una camgirl e i suoi clienti. Nell’opera, l’improvvisa scomparsa di Ayumi e le testimonianze dei clienti diventano un pretesto per affrontare i paradossi delle relazioni online, i rischi e le complesse sfumature emotive, sociali e psicologiche....

Read more

Hot Poems #5

Collage poetici per una riflessione sull’emotività e sulla sessualità contemporanea

Hot Poems è una rubrica a cura di Claudio Beorchia, in cui i commenti di P*rn Hub vengono riassemblati in versi poetici. Beorchia crea queste poesie prendendo i commenti più particolari, inaspettati e stranamente significativi trovati durante la navigazione, per poi riassemblarli cercando connessioni semantiche, dando vita a brevi componimenti corali che cercano di raccontare l’emotività e la sessualità contemporanea....

Read more

Sam Taylor-Johnson / Still Life

Video Art #4

Sam Taylor-Johnson, artista di spicco tra gli YBA, adotta un approccio ricreazionista all’iconografia dei Grandi Maestri della storia dell’arte, mettendo in luce i meccanismi di storicizzazione delle immagini e la loro persistenza nella memoria collettiva, e sottolineando – attraverso tecniche cinematografiche quali time lapse e inquadratura fissa – il loro decadimento. Diletta Piemonte riflette su come questa operazione d’ibridazione tra passato e presente, tra linguaggio cinematografico e immagine statica, tra iconografia e tecniche di ripresa contemporanee crei una temporalità e insieme un suo sfasamento. Questo ha il potenziale di produrre “un nuovo genere di realtà” e rivelare il valore politico dalla manipolazione di immagini storiche nella cultura contemporanea. ...

Read more

Dalla Congiunzione alla Connessione. Un nuovo modello di interazione

The Distopian Enclave #4

La mediazione di Internet, social media e algoritmi, ha facilitato le interazioni umane o piuttosto ha creato delle bolle sociali in cui l’user interagisce con modelli creati appositamente per lui? Influenzati dalla regolazione algoritmica nella nostra vita online, tendiamo a intellettualizzare i sentimenti, ad applicare la medesima logica utilitaristica ai rapporti umani e alle esperienze reali, perdendo la dimensione collettiva che ci lega all’altro. La targettizzazione favorisce la divisione in fazioni tra gli utenti, i modelli dell’informazione digitale producono assenza di critica e contenuti provocatori e divisivi che isolano il soggetto e diffondono un clima di intolleranza e odio. Le interazioni violente tra gli utenti, il rischio costante di fenomeni di radicalizzazione del pensiero, ci spingono a immaginare soluzioni possibili come la decelerazione, l’uso consapevole, l’abbandono o la riconfigurazione di nuove piattaforme dal basso, al fine di creare nuove forme di socialità a partire da queste macerie....

Read more

Hot Poems #4

Collage poetici per una riflessione sull’emotività e sulla sessualità contemporanea

Hot Poems è una rubrica a cura di Claudio Beorchia, in cui i commenti di P*rn Hub vengono riassemblati in versi poetici. Beorchia crea queste poesie prendendo i commenti più particolari, inaspettati e stranamente significativi trovati durante la navigazione, per poi riassemblarli cercando connessioni semantiche, dando vita a brevi componimenti corali che cercano di raccontare l’emotività e la sessualità contemporanea....

Read more

La vita in lista

La collezione come forma di esperienza #2

Sappiamo ancora riconoscere i fiori o le piume degli uccelli? Attraverso excursus artistici e letterari, Tessa Viganò pone l’accento sulle tracce di vita che la pratica della lista contiene in sé. Nascondendo nella sua forma dettagli irripetibili di un momento passeggero o degli angoli più reconditi dell’intimità di ciascuno,essa rivela la rara bellezza degli eventi fugaci e la preziosità della rivelazione disattesa. A dirla tutta, l’atto manuale della raccolta, della collezione e del mettere in lista sono esercizi di sensibilità e curiosità che andrebbero mantenuto vivi. ...

Read more

Christian Marclay / The Clock

Video art #3

L’opera “The Clock” di Christian Marclay è tra i lavori di montaggio più sofisticati della storia dell’arte. L’opera è stata creata concentrandosi esclusivamente sull’intercedere del tempo, trascurando completamente l’aspetto narrativo. La coerenza degli spezzoni è data dalle coordinate temporali canoniche, attraverso cui Marclay lega l’esperienza individuale dello spettatore al susseguirsi delle scene, montate per corrispondere al tempo reale della visione: nell’arco delle 24 ore di durata, le attività diurne o notturne corrispondono al giorno o alla notte nella vita reale. Allo stesso modo, l’invecchiamento progressivo degli attori in scena viene simulato attraverso il montaggio, rendendo “The Clock” una sorta di gigantesco memento mori. ...

Read more

Simmetrie sintetiche #3

Muscoli

Nel terzo numero di questa rubrica, la scrittura a più mani delle due autrici trasforma il flusso di coscienza dellə protagonistə in un’assurda conversazione con i suoi muscoli, anche loro provati dalla fatica di replicarsi. Sedutə in un ristorantino marcescente di cucina asiatica, in un momento di riposo, subisce i movimenti autonomi dei suoi muscoli, che sotto forma di glitch neurali palesano la loro volontà attraverso interferenze che si fanno dialogo interiore. Nel racconto, Inconscio, conscio e movimento perdono la loro specificità per trasformarsi in una pura agitazione incoerente tra ricordo, fantasia e realtà. ...

Read more

Esseri senzienti 2.0. Kumbirai Makumbe, Living Doesn’t Mean You’re Alive

The Dystopian Enclave #3

Kumbirai Makumbe combatte le pretese transumanaste di sublimazione cibernetica del corpo attraverso la restituzione del dolore, dell’erotismo e della morte all’esperienza virtuale. Living Doesn’t Mean Your’re Alive guida lo spettatore nel processo catartico dell’infomorph, una simulazione dei processi di cambiamento e disgregazione del corpo organico. La paura della caducità della carne viene messa a confronto con l’escapismo che alimenta il desiderio umano di dissolversi nella dimensione digitale, per estromettere dalla vita reale dolori e angosce. La strada indicata da Makumbe, al contrario, conduce a un’autodistruzione trascendente: attraverso il viaggio nella carne dell’alieno Xeno - un corpo difforme sovrascritto dai codici dell’oppressione - l’artista rivela una nuova metodologia di autoaffermazione del sé, da ottenere attraverso l’embodiement in un’identità perennemente transitoria e ricettiva. ...

Read more

Hot Poems #3

Collage poetici per una riflessione sull’emotività e sulla sessualità contemporanea

Hot Poems è una rubrica a cura di Claudio Beorchia, in cui i commenti di P*rn Hub vengono riassemblati in versi poetici. Beorchia crea queste poesie prendendo i commenti più particolari, inaspettati e stranamente significativi trovati durante la navigazione, per poi riassemblarli cercando connessioni semantiche, dando vita a brevi componimenti corali che cercano di raccontare l’emotività e la sessualità contemporanea....

Read more

Ontologia sonora di movimenti universali

Intervista a Luca Pagan

Il collettivo DFTM1 intervista l’artista Luca Pagan, sound artist, performer e ricercatore indipendente. A partire dallo studio dell’Embodied Music Cognition, Luca Pagan utilizza le reti neurali e l’interactive machine learning per creare nuovi campi di interazione tra le sonorità della macchina e le gestualità del corpo. Nelle sue opere, l’intelligenza artificiale e l’umano si educano a vicenda attraverso l’esplorazione e il superamento dei rispettivi limiti, creando un corpo espanso reattivo all’ambiente e in sincronia con gli input del suono....

Read more

Isaac Julien / Looking for Langston

Video Art #2

Durante l’esplosione dell’epidemia di AIDS, l’artista Isaac Julien apre uno scorcio sulla repressione trasversale che investì la comunità omosessuale afroamericana. Nell’opera Looking for Langston, l’artista rielabora il lutto per la morte del poeta afroamericano Langston Hughes attraverso il concetto freudiano di ritiro della libido, lasciando in scena soltanto il dolore dell’assenza e la malinconia di un’amore proibito. La morte di Hughes – tra i protagonisti del Rinascimento di Harlem negli anni ’20 – si trasforma così in un’elegia sulle note e i versi della Jazz Poetry, per reclamare l’assenza di rappresentazione di un amore nero e omosessuale esente dall’ipersessualizzazione e dalla mercificazione del corpo afroamericano. ...

Read more

Occupy videogames. Velvet-Strike e The Council on Gender Sensitivity

The Dystopian Enclave #2

In “Occupy videogames”, secondo numero della rubrica “The Distopian Enclave”, Jael Arazi esplora le pratiche artivistiche nelle piattaforme di gaming online. Il testo analizza i principi da cui nacque l’hacktivismo, esplorando potenzialità creative come il modding e altre espressioni di customizzazione all’interno dei videogame....

Read more

Hot Poems #2

Collage poetici per una riflessione sull’emotività e sulla sessualità contemporanea

Hot Poems è una rubrica a cura di Claudio Beorchia, in cui i commenti di P*rn Hub vengono riassemblati in versi poetici. Beorchia crea queste poesie prendendo i commenti più particolari, inaspettati e stranamente significativi trovati durante la navigazione, per poi riassemblarli cercando connessioni semantiche, dando vita a brevi componimenti corali che cercano di raccontare l’emotività e la sessualità contemporanea....

Read more

Simmetrie sintetiche #2

Tubo digerente

"Tubo digerente" è il secondo numero della rubrica Simmetrie sintetiche, una rubrica che immagina come in un futuro prossimo la tecnologia offrirebbe all’umanità la possibilità di sintetizzare il proprio partner a partire dallo studio degli organi, dei fluidi e degli impulsi elettrici del corpo organico. I testi, in movimento tra lo stile saggistico, la poesia e la narrativa, racconteranno le vicende e i (re)flussi di coscienza del* protagonist* durante il periodo di assemblaggio cibernetico e le analisi di laboratorio necessarie alla costruzione del proprio automa-perfect-partner. Simmetrie sintetiche è ideata, scritta e curata da Rosaria Murolo e Matilde Crucitti. ...

Read more

La realtà è il frutto di incontri ordinari

La collezione come forma di esperienza #1

Questo primo numero della rubrica “La collezione come forma di esperienza” propone le basi teoriche per una progressiva ricalibrazione del nostro modo di guardare le cose e le entità apparentemente inanimate, in una sorta di processo di soggettivazione empatico in grado di generare nuove forme di esperienza oltre la superficialità con cui siamo abituati a muoverci nel mondo. ...

Read more

James Richards / Radio at Night

Video Art #1

In questo articolo, Diletta Piemonte approfondisce il lavoro di James Richards, nello specifico “Radio at Night”, un’opera di videoarte composta da found footage visivi e sonori uniti a musiche originali. Il risultato cala il fruitore in uno stato di sospensione in cui trovare «un altro modo di osservare qualcosa di familiare». ...

Read more

E ora? Internet da utopia a distopia

The Dystopian Enclave #1

A partire da una definizione socio-politica del concetto di Utopia, passando per Marx, Jameson e Wark, in E ora? Internet da utopia e distopia Jael Arazi mostra come tale concetto abbia aderito perfettamente all’ideologia di Internet degli albori. Ma, come tante Utopie, Internet è fallito trasformandosi progressivamente in una prolifica distopia. E ora? ...

Read more

Hot Poems #1

Collage poetici per una riflessione sull’emotività e sulla sessualità contemporanea

Hot Poems è una rubrica a cura di Claudio Beorchia, in cui i commenti di P*rn Hub vengono riassemblati in versi poetici. Beorchia crea queste poesie prendendo i commenti più particolari, inaspettati e stranamente significativi trovati durante la navigazione, per poi riassemblarli cercando connessioni semantiche, dando vita a brevi componimenti corali che cercano di raccontare l’emotività e la sessualità contemporanea....

Read more

Simmetrie sintetiche #1

Bocca

Bocca è il primo di cinque episodi della rubrica Simmetrie sintetiche, una rubrica che immagina come in un futuro prossimo la tecnologia offrirebbe all’umanità la possibilità di sintetizzare il proprio partner a partire dallo studio degli organi, dei fluidi e degli impulsi elettrici del corpo organico. I testi, in movimento tra lo stile saggistico, la poesia e la narrativa, racconteranno le vicende e i (re)flussi di coscienza del* protagonist* durante il periodo di assemblaggio cibernetico e le analisi di laboratorio necessarie alla costruzione del proprio automa-perfect-partner. Simmetrie sintetiche è ideata, scritta e curata da Rosaria Murolo e Matilde Crucitti. ...

Read more

e-spirituality #3

How to Cope with Your Brand-New Yoga Mat II

Questo nuovo numero di e-spirituality – la seconda e ultima parte della serie How to Cope with Your Brand-New Yoga Mat – assume la forma di una pratica curatoriale web based ospitando al suo interno il progetto di Matthias Pitscher Social Media Meditation. Come funziona? Accedendo alla pagina dedicata vedrai comparire una modal box in cui troverai tutte le istruzioni. Scopri il movimento internazionale Social Media Meditation! Con semplici esercizi guidati potrai iniziare a beneficiare di una consapevole e salutare relazione con la tecnologia. ...

Read more

Digital Metempsychosis

Post-erotismo #3

Digital Metempsychosis è un racconto sperimentale  sul rapporto tra erotismo e tecnologie digitali. Il testo è scritto e composto attraverso una ricostruzione verbale dei processi sensoriali della visione di contenuti erotico-pornografici online.  Traendo liberamente spunto da tre romanzi di letteratura erotica (la Venere in pelliccia, Il Sofà e Crash), il racconto elabora un progressivo sgretolamento della struttura narrativa che gradualmente ingloba lo spettatore come unico personaggio del racconto, dissolvendosi nella caduta in una serie di input di immagini verbali che simulano un processo di scrolling....

Read more

Fantarealtà

Il ritorno del fantastico nel mondo contemporaneo Parte II

In questo numero di Fantarealtà. Il ritorno del fantastico nel mondo contemporaneo, Tania Cellini propone il secondo approfondimento sulle molteplici tematiche legate al genere fantastico e alle loro manifestazioni nella contemporaneità. Il testo propone una ricognizione su tre possibili declinazioni di personaggi definiti come Altro nella letteratura fantastica e sulle loro controparti nell’universo digitale. Le immagini dei suoi lavori completano questa lettura pullulante di creature fantastiche. ...

Read more

Fantarealtà

Il ritorno del fantastico nel mondo contemporaneo
Parte I

In Fantarealtà. Il ritorno del fantastico nel mondo contemporaneo, l’artista Tania Cellini propone il primo di due approfondimenti sulle molteplici tematiche legate al genere fantastico e alle loro manifestazioni nella contemporaneità. Prendendo le mosse da una prima definizione del genere, questo primo numero analizza la relazione tra i concetti di realtà e finzione attraverso teorizzazioni filosofiche e pratiche artistiche contemporanee. Completano il testo le immagini di alcuni suoi dipinti....

Read more

e-spirituality #2

Incanto

Questo secondo numero di e-spirituality assume la forma di saggio per proporre una ricognizione sulle possibili motivazioni del persistere di credenze, rituali, superstizioni e speculazioni fantastiche nelle percezioni e negli impieghi delle tecnologie digitali. Forse la razionalizzazione a opera della scienza e della tecnica ha mancato la promessa di disincantare il mondo? A questa domanda si tenta di rispondere immersi tra sedute spiritiche ispirate al telegrafo elettrico, I-Ching in CD-ROM, rituali tecnopagani e viaggi verso l’illuminazione in realtà virtuale....

Read more

Bruciano le superfici eterne. Breve dialogo su post-erotismo e finitudine

Post-erotismo #2

In questo numero della rubrica, Christian Nirvana Damato compone un frammento (simulato) di un ipotetico racconto di fiction speculativa sul rapporto tra esseri umani, erotismo e robot, sconfinando in una serie di punti nevralgici inerenti a molteplici (in)discipline. Riprendendo sottilmente il mito greco di Laodamia e Protesilao, il racconto utilizza come pretesto le implicazioni affettive e sessuali dei cosiddetti "sex robot", per poi riflettere in un senso più ampio sui concetti di anima, coscienza, erotismo, realtà, apparenza e tecnologia....

Read more

Sono mai esistite intelligenze naturali?

Lezioni di biologia dalla tecnosfera
Parte II

Pubblichiamo la II parte della riflessione di Alessandro Gelao, nella quale presenta alcune riflessioni su un punto saliente all’interno del dibattito sull’intelligenza artificiale. In particolare, analizza come innumerevoli questioni sollevate sul tema, entusiastiche o tecnofobiche che siano, manchino spesso di mettere in luce come i processi emergenti che muovono verso l’avvento di questa nuova fase della coscienza, siano in realtà indistinguibili dai processi biologici che hanno portato all’emersione di quella umana. ...

Read more

Sono mai esistite intelligenze naturali?

Lezioni di biologia dalla tecnosfera
Parte I

Alessandro Gelao presenta alcune riflessioni su un punto saliente all’interno del dibattito sull’intelligenza artificiale. In particolare, analizza come innumerevoli questioni sollevate sul tema, entusiastiche o tecnofobiche che siano, manchino spesso di mettere in luce come i processi emergenti che muovono verso l’avvento di questa nuova fase della coscienza, siano in realtà indistinguibili dai processi biologici che hanno portato all’emersione di quella umana. ...

Read more

INACTUAL #RUBRICHE – OPEN CALL 

CHIUSA

INACTUAL apre la prima open call della sezione #RUBRICHE, accogliendo proposte sperimentali che utilizzano il formato della rubrica online e offline come veicolo di approfondimento del contemporaneo attraverso contenuti visuali, testuali e sonori. ...

Read more

Ecologia e neurobiologia del peso digitale

L’insostenibile pesantezza di essere connessi

Nell’articolo di oggi, Roberta Favia analizza il peso materiale di internet da una prospettiva individuale, sociale e ambientale. Attraverso neuroscienze, report e dati, si parla di ansia da social, ansia sociale, multitasking, neo-estrattivismo e sfruttamento. L’articolo è accompagnato dalle opere di Anne de Vries, le quali riflettono parallelamente, da una prospettiva artistica, sulle medesime tematiche trattate nel testo....

Read more

e-spirituality #1

How to Cope with Your Brand-New Yoga Mat Part I

How to Cope with Your Brand-New Yoga Mat Part I è il primo di due numeri della rubrica e-spirituality nati da una collaborazione tra Emilia Angelucci e Cathleen Owens. In questa prima uscita, Emilia mescola esperienze personali in forma diaristica a filosofia e dati di mercato, analizzando una situazione collettiva post-pandemica che ha portato a concepire il benessere fisico, mentale e spirituale non come bene di lusso ma come esigenza. Accompagnano il testo le immagini selezionate dalla produzione artistica di Cathleen dal 2018 a oggi....

Read more

Ibridazione e coinvolgimento

Intervista a NONE Collective

Carla Gerbino intervista il collettivo artistico NONE (Roma), fondato da Gregorio De Luca Comandini, Mauro Pace e Saverio Villirillo. Attraverso il dialogo tra tecnologia, architettura e narrativa, NONE realizza esperienze immersive che interpretano i problemi dell’esistenza dell’uomo, mettendo in scena storie che affrontano le incertezze delle domande senza risposta e la difficoltà di discernere tra autenticità e finzione....

Read more

Tasselli sparsi di una condizione post-erotica

Post-erotismo #1

Post-erotismo è una rubrica che analizza le trasformazioni della sessualità, dell’erotismo e della pornografia in rapporto alle tecnologie contemporanee. La rubrica si pone come strumento sperimentale di ricerca mediale, sociologica e culturale attraverso un approccio visuale e testuale. Ogni numero sarà composto da un collage verticale che ibriderà scrittura e immagini. ...

Read more